VERONA: MANON LESCAUT

“La direzione di Francesco Ivan Ciampa coglie della partitura non solo il cupo pathos drammatico e la passione disperata, ma anche le sue sensualità e morbidezze, le sue luci e malinconie, valorizzando la ricchezza e la varietà sinfonica della scrittura, mai a scapito dell’impatto teatrale e del rapporto con le voci. È un Puccini saldamente ancorato alla tradizione direttoriale italiana, quello di Ciampa, ma libero sia da cadute retoriche che da incrostazioni veriste. Il senso della costruzione e della narrazione stringata impresso dal direttore fa sì che in un’opera variegata e apparentemente disorganica, la tragedia e i colori accesi convivano senza fratture con il lirismo, la leggerezza e la mobilità, con la rifinitura di atmosfere e situazioni ambientali.”

 

Fonte: CONNESSI ALL’OPERA